Laparoscopia e chirurgia mininvasiva

LAPAROSCOPIA E CHIRURGIA MININVASIVA

I progressi nel settore veterinario sono costanti e sempre più clienti chiedono l’uso di tecniche mini invasive simili a quelle usate in medicina umana.

Per questo motivo la Clinica Veterinaria Europea ha introdotto l’unità di chirurgia mini invasiva avanzata dell’azienda Storz, in aggiunta all’unità endoscopica Pentax flessibile, che consente procedure endoscopiche rigide e laparoscopiche con la massima precisione e la miglior qualità in veterinaria.

Queste strumentazioni ci permettono di ridurre il dolore, l’infiammazione, il sanguinamento e ottenere una ripresa più rapida con meno complicazioni e meno punti di sutura, grazie alla tecnologia Enseal® – che consente la chiusura dei vasi senza l’uso di fili. La chirurgia mini-invasiva del torace e dell’addome consente di ispezionare la cavità toracica e addominale, di eseguire biopsie diagnostiche o anche di effettuare chirurgie vere e proprie utilizzando piccoli accessi alle cavità, invece di aprire l’addome o il torace.  Tra i vantaggi minori complicazioni, migliore ripresa del paziente per una minor ferita chirurgica e soprattutto minor dolore post operatorio (con conseguente riduzione dei tempi di degenza in clinica)

Tra gli interventi più eseguiti possiamo evidenziare:

  •      Valutazione e studio della sindrome brachicefalica e della paralisi laringea
  •      Diagnosi e classificazione del collasso tracheale: laringoscopia e tracheobroncoscopia
  •      Endoscopia urinaria e digestiva diagnostica e interventistica – gastroscopia e colonscopia –
  •      Estrazione di corpi estranei esofagei e gastrici
  •      Ovariectomia
  •      Gastropessi
  •      Biopsie laparoscopiche
  •      Toracoscopia interventistica e esplorativa
  •      Artroscopia (diagnosi, campionamenti e terapia delle patologie dell’accrescimento e acquisite delle articolazioni)
  •      Rinoscopia diagnostica e trattamento mini invasivo dei tumori nasali

L’équipe è guidata dai chirurghi Gérard Mangiagalli e Cristina Ravasi.